Sott’occhio: primo raduno Cosplay a Livorno

ironman_72_luce
“Sott’occhio”, nuova rubrica di approfondimento culturale a cura de La civetta nana Livorno, si avvia  in occasione del primo Raduno di Cosplay a Livorno. Non tutti sanno chi sono i cosplayers: facciamo un viaggio in questo mondo partendo dal significato e dalle origini fino a scoprire i dettagli per partecipare all’evento che si terrà nell’ultimo weekend di giugno ed è previsto nella suggestiva atmosfera della Fortezza vecchia.

Avete presente quando decidete di andare a fare una gita fuori porta a Lucca tra la fine di ottobre e inizio novembre e incappate in una serie (infinita) di persone mascherate e vi chiedete chi sono e perché sono truccati in modo così vistoso? Ecco, non sono i ritardatari del carnevale ma semplicemente cosplayers!

La parola cosplay deriva dall’unione di Cos, che sta per costume, e Play, che significa giocare, recitare; i cosplayers, di conseguenza, sono coloro che si travestono, con trucco e parrucco, dai loro personaggi preferiti provenienti inizialmente dagli anime e dai manga, fino ad estendersi anche ai protagonisti dei videogames, fumetti, cartoni animati, film, telefilm sino alle band musicali.

Questa pratica iniziò a cavallo tra il 1970 e il 1980 ma prese piede in Giappone, paese originario degli anime e dei manga, a metà degli anni 90 quando un gruppo di ragazzi fecero i loro primi travestimenti. Oggi ci sono contest, manifestazioni e festival (Lucca Comics ogni autunno) interamente dedicati al fenomeno dove i personaggi si mettono al servizio dei fotografi divertiti.
Però per essere un vero cosplayer ci sono regole ben precise: non si possono indossare i costumi senza interpretare l’eroe scelto e viceversa non si può recitare il personaggio senza essere muniti dei vestiti giusti; se non c’è la compresenza di questi due elementi non ci si può definire cosplayer.
Non ci sono regole però di somiglianza: tutti possono mascherarsi da qualsiasi personaggio, persino una donna può benissimo interpretare un protagonista maschile e questa pratica prende il nome di Crossplay.

Vi siete incuriositi e vi è venuta voglia di vedere questo mondo fantasioso, colorato e un po’ stravagante? State addirittura già pensando dove poter recuperare gli indumenti per travestirvi dal vostro beniamino preferito e in quali pose mettervi? Pensateci alla svelta perché potrete partecipare al 1° Raduno di Cosplay a Livorno, organizzato dalla Labronicon Factory ASP, che si terrà sabato 27 giugno alle ore 16.30 presso la Fortezza Nuova dove troverete photoset e intrattenimento.
L’evento seguirà, a partire dalle 19.00, alla fumetteria Manga Kingdom, in Via Mentana 26 a Livorno, dove è possibile degustare un’apericena, fare il karaoke, visitare la mostra permanente, partecipare ai workshop e passare del tempo nell’area ludica. Attenzione però, vietato portare trombette, coriandoli o stelle filanti: come si evince dal sito www.cosplayitalia.it il cosplay non è il carnevale.

Se invece avete voglia (e tempo) di fare una gita un po’ più lunga, potrete andare ad Harajuku, quartiere di Tokio, dove ogni domenica i cosplayers si radunano per farsi fotografare dai turisti curiosi.

Isabella Bonciani

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: