Mappa della Street Art a Livorno

La street art è un’istanza artistica iniziata negli anni’80 e che non ha mai smesso di svilupparsi, la sua caratteristica principale è quella di invadere lo spazio urbano come supporto e luogo di esposizione, oltre che essere spesso il prodotto di un’azione illegale, spesso di protesta. Per tali caratteristiche sono ovviamente le città metropolitane e universitarie quelle che offrono più esempi assimilabili a questo tipo d’arte.

Benché Livorno non abbia una solida tradizione in questo campo, ad un occhio attento non sfuggiranno alcune testimonianze anche nella nostra città, noi ne abbiamo raccolta la maggior parte in questa mappa.

Per semplicità, abbiamo individuato tre categorie:
- la bomboletta segnala le opere a spray, a stencil...insomma tutte quelle dipinte.
- Il martello segnala quelle opere che ingombrano lo spazio, aggettanti, siano esse sculture, installazioni, ecc.
- l’icona con i muri indica quei luoghi chiusi o recintati dove si trovano una o più opere di street art.

Per la sua caratteristica effimera, potrà accadere che segnaliamo alcuni pezzi non più presenti o vandalizzati, così come potrà accadere che non ci siamo accorti di alcune opere nascoste, per tanto chiediamo la vostra collaborazione, non esitate a contattarci!
Descrizione dell'operaArtistaLongitudineLatitudine
Ozmo- Gionata Gesi nato a Pontedera, fra i maggiori protagonisti della street art italiana. Molte le sue opere di dimensione monumentale sparse per tutta Italia e non solo. Ha partecipato a molte importanti mostre fra cui una personale nel Museo del Novecento a Milano. La sua pittura si contraddistingue per una figuratività solida con continue citazione al mondo dell'arte classica. L'opera in questione, occupa l'intera facciata di  un edificio solitamente nascosto alla vista e riproduce un Jolly Roger, la classica bandiera dei pirati. Si tratta di un murales che Ozmo realizzò quando ancora non era affermato e famoso come ora, in occasione di una mostra che si tenne proprio dentro l'edificio dove è realizzata..Ozmo10.31423943.5437111
Ninja, phame, ed altri sono i soprannomi adottati durante la sua lunga carriera artistica da graffitaro, ma anche da street artist  e pittore. Vive a Livorno ma di origini campane, realizza opere sui muri livornesi da molti anni ormai, graffiti e tag, ma anche frasi, rime, piccoli pezzi di poesia e pensieri, ma anche murales più complessi  e vasti. Le sue opere tradiscono un interesse per la cultura hip-hop e rap, ma anche vicina al jazz, e qualche eco di Basquiat. Ha partecipato a diverse mostre e iniziative fra cui "Street art meets Modigliani" nel 2013, realizzando anche un omaggio al pittore livornese in una sessione di live painting. Il murale rappresenta una composizione dal soggetto musicale, un tenore dal corpo lucido e gonfio, impegnato nel canto mentre davanti a se ha un lungo spartito musicale.Ninja  - Only serious10.312455343.5471406
Erika il Cane\ Dem10.319974943.565247
Sotto il cavalcavia della Rosa, nascoste tra le macchine parcheggiate si trovano due bellissimi volti, probabilmente raffiguranti la Madonna, in bianco e nero grandi tutto il pilone. In basso a destra c'è una firma "ISA". Non abbiamo altre informazioni a quando sia stato realizzato, se è stato commissionato o altroMadonna10.323511443.5244255
Mart è uno street artist livornese, la cui identità è segretata. La sua esperienza sui muri livornesi si data fra il 2011-2014, dato dopo la quale non si è avuto più sue notizie. Si impose all'attenzione nell'ambiente cittadino realizzando svariate opere con disparate tecniche, ma prediligendo i poster e la tecnica dello stencil e grazie a due mostre, la prima durante Effetto Venezia 2013 e la seconda nel 2014 nell'ex libreria Edison. Se alcune sue opere ricordano molto da vicino l'operato di Banksy, altre invece sembrano richiamare più la Pop Art, usando come icone artisti maledetti e dalla vita travagliata come Modigliani, Piero Ciampi, ecc.     Questa opera realizzata con la tecnica dello stencil in due colori, rappresenta una delle tante opere tributate dall'artista a Modigliani, ma forse l'unica sopravvissuta sui muri cittadini. Più volte anche questa doveva essere cancellata durante i restauri della facciata sul palazzo dove si trova, ma per l'interessamento di alcuni cittadini ha sempre scampato questo pericolo.Mart- Amedeo Modigliani10.304456943.5421791

LIBERA CAPEZZONE Alias Libertà è un’artista nata a Empoli, ma livornese d’adozione, e ora vive a Firenze. Ha iniziato a dipingere nel2009 producendo moltissime opere su tela, polistirolo, legno, vetro, ricercando sempre nuove tecniche. Nell’aprile del2014, con la collaborazione di Coldiretti e la società Pesce del Tirreno, dipinge sul tetto del mercato ittico livornese un’enorme acciuga di 28 metri, per il quale sono serviti oltre 60 chili di vernice e 10 giorni di lavoro. L’opera accompagnata dai versi “Lische, squame coda amore e libertà” della poetessa Viola Barbara, occupa tutta la parte nord del tetto del mercato ed è ben visibile dalla strada, sia a piedi che in macchina, e ha ridato l’identità a uno dei luoghi fondamentali per la vita livornese.  
Lische squame amore coda e libertà Libertà10.304671543.5526071
Ninja Buda ecc10.306216543.5545277


"Enter" è uno street artist toscano, probabilmente di origini livornesi, la sua identità e nascosta. Opera principalmente in Toscana, ma sue opere si trovano sparse in tutta Italia e non solo. Il suo mondo, è popolato da figure sintetiche, stilizzate, infantili che interagiscono con l'ambiente in cui vengono realizzate, impegnate in piccole azioni, come seguire palloncini, cuori, o arrampicarsi sui muri.
Exit10.307761443.5547162


2016                                                                             Urban Solid è un duo di street artist che opera in particola a Milano, e che invece di dipingere sui muri con spray e vernici, preferisce inserire nel contesto urbano opere aggettanti, piccole sculture in gesso che hanno posto in tantissime città europee. Le loro installazioni, sembrano quindi uscire dai muri, richiedere un'interazione.
Urban Solid10.306347943.5542789


Michael Rotondi nasce  a Bari nel 1977, si forma a Pisa e Firenze e vive per alcuni anni a Livorno. Ora vive e lavora a  Milano. Nella notte tra l'11 e 12 settembre 2016 dipinge alcune scene della resistenza agli austriaci del 1849 in Piazza San Marco, luogo simbolo della resistenza livornese  e negli ultimi anni diventato un luogo che necessita decoro e interventi contro il degrado  e lo stato di  abbandono. Purtroppo alcune pitture sono già state rovinate da vandali.







Difesa di Livorno - Michael Rotondi10.315164343.5596048
Mart è uno street artist livornese, la cui identità è segreta. La sua esperienza sui muri livornesi si data fra il 2011-2014, data dopo la quale non si è avuto più sue notizie. Si impose all'attenzione nell'ambiente cittadino realizzando svariate opere con disparate tecniche, ma prediligendo i poster e la tecnica dello stencil e grazie a due mostre, la prima durante Effetto Venezia 2013 e la seconda nel 2014 nell'ex libreria Edison. Se alcune sue opere ricordano molto da vicino l'operato di Banksy, altre invece sembrano richiamare più la Pop Art, usando come icone artisti maledetti e dalla vita travagliata come Modigliani, Piero Ciampi, ecc.   Mart10.314035143.5602812


Classe 62, nasce a Taranto e vive  per un lungo periodo a Livorno, per poi spostarsi a Torino. Artista eclettico che si muove su svariati supporti dalla tela all'istallazione, fino a cimentarsi con le  performance. In questo pezzo, ormai datato a decine di anni fa, Bulgini lascia un segno sul muro firmandosi  "Io", dalle informazione che abbiamo l'opera sui muri di Via  della Cinta  Esterna era dedicata ad un amico scomparso. Non possiamo esserne sicuri  in quanto adesso  il pezzo  è  parecchio degradato, ma attraverso poche ed  essenziali segni neri e grigi crediamo di scorgere  un'adorazione dei  Magi. 
Io - Alessandro Bulgini10.308681443.5590878


2012                                                                       Mart è uno street artist livornese, la cui identità è segreta. La sua esperienza sui muri livornesi si data fra il 2011-2014, data dopo la quale non si è avuto più sue notizie. Si impose all'attenzione nell'ambiente cittadino realizzando svariate opere con disparate tecniche, ma prediligendo i poster e la tecnica dello stencil e grazie a due mostre, la prima durante Effetto Venezia 2013 e la seconda nel 2014 nell'ex libreria Edison. Se alcune sue opere ricordano molto da vicino l'operato di Banksy, altre invece sembrano richiamare più la Pop Art, usando come icone artisti maledetti e dalla vita travagliata come Modigliani, Piero Ciampi, ecc.                                    In questa opera Mart  torna ad occuparsi degli artisti dalla vita travagliata come Mark Rothko, pittore  che per tutta la sua carriera soffrì di depressione, fino al suidicio nel 1970. Mart era intervenuto con tecnica mista, la figura del pittore come di consueto con tecnica stencil, mentre accanto, come se fosse stato appena installato da Rothko stesso un quadro, uno di quelli della produzione più tipica dell'artista ma che presentava la consueta firma di Mart con la dicitura Art is Disease.
Mart - Mark Rothko10.307900943.5547221


2014                                                                  L'opera si trova davanti le scuole Carlo Bini, in via Carlo Bini 22, . Si tratta di un bambino di otto anni dal nome 8 che gioca tutto assorto al suo videogioco., e si tratta di una critica affatto velata alle nuove generazioni e al loro abuso  di tecnologia. Un omaggio a Livorno.
10.305792743.5437704


Livornese doc, l'esperienza di Aedo è durata appena una manciata di mesi, essenzialmente utilizzando la tecnica dello stencil e occupandosi di tematiche fortemente collegate a Livorno e la sua storia.                                                                      L'opera  a  stencil riproduce  un estratto dalle Leggi  Livornine, che promulgate da Ferdinando I  nel 1591, ebbero molta importanza per lo sviluppo di  Livorno. Realizzate a  stencil ne troviamo diverse copie in giro per la città, qui  le troviamo sul muretto di cinta dell'edificio mai  completato. 
Aedo  -  Leggi Livornine 201510.309483443.533161


Livornese doc, l'esperienza di  Aedo è durata appena una manciata di mesi, essenzialmente utilizzando la tecnica dello stencil e occupandosi di tematiche  fortemente collegate a Livorno e  la  sua  storia.                                                                    Nei pressi dello Stadio realizza due stencil raffiguranti il volto di Piermario Morosini, calciatore del Livorno morto durante una partita nel 2012. Il primo volto, ad oggi meglio conservato, si trova  sulla parete esterna della curva nord, il secondo  su un muretto prospiciente, dopo si trovavano già fiori e omaggi per il calciatore. 

Aedo - Omaggio a P.Morosini 201510.314359743.5277958


Ex Caserma Occupata - Buda, Ninja,  ecc10.315459443.5576922


2012                                                                     Mario Fullone, in arte Sketch Design, nasce a Livorno e è un artista dai molti interessi che vanno dalla  grafica al design e la passione per il graffitismo sviluppata intorno al 2008. Dal 2009 al 2012 ha eseguito alcuni murales in città, diversi su commissione pubblica, di cui uno non più esistente dedicato a Zeb.                                     Nel 2012 la Circoscrizione 1 di Livorno gli commissiona un'opera sui muri del parco di Via Zola nelle vicinanze di una fontana pubblica. Questo è forse tra i suoi murales meglio riusciti, dipingendo figure legate all'elemento acqua, quale fonte di vita. Ben  riuscita in particolare la personificazione dell'acqua che a differenza  delle  altre figure in stile cartoon, è realizzata in maniera molto realista. 



10.321132243.5554957


Laura Fratangelo, art director, fotografa, illustratrice e grafica, come street artist ha realizzato molte opere in giro per tutta Italia. Ricorrenti nei suoi lavori sono figure femminili e di volatili, realizzati con uno stile realistico dove ogni dettaglio è molto curato.                             L'opera si trova nel Palazzo Mauro Gordato occupato, ed è stata realizzata nel novembre del 2015 e rappresenta una donna sicura che guarda l'orizzonte, mentre un fenicottero rosso le spinge con il becco un'onda incontro, tutt'intorno come spettatori curiosi, alcuni fenicotteri rosa. Sicuramente una tra le più belle opere di street art a Livorno.

Luvi - Il Silenzio del Mare Occupato10.307192843.5480504
Ozmo- Gionata Gesi nato a Pontedera, fra i maggiori protagonisti della street art italiana. Molte le sue opere di dimensione monumentale sparse per tutta Italia e non solo. Ha partecipato a molte importanti mostre fra cui una personale nel Museo del Novecento a Milano. La sua pittura si contraddistingue per una figuratività solida con continue citazione al mondo dell'arte classica.                                                                                                                                                               Never2501 è uno street artist italiano che vive a Milano, ha iniziato con i graffiti nel lontano 1995, dopo aver finito le scuole superiori si è trasferito in Brasile, dove la sua arte è maturata, passando oltre che a realizzare murales, ad opere su tela, installazioni, sculture. Le sue opere si compongono secondo composizioni schematiche in bianco e nero, tra solidi e linea, fra il figurativo e l’astratto.                                                                                                                                 Never2501 è uno street artist italiano che vive a Milano, ha iniziato con i graffiti nel lontano 1995, dopo aver finito le scuole superiori si è trasferito in Brasile, dove la sua arte è maturata, passando oltre che a realizzare murales, ad opere su tela, installazioni, sculture. Le sue opere si compongono secondo composizioni schematiche in bianco e nero, tra solidi e linea, fra il figurativo e l’astratto.
End01
Si tratta di una combo fra tre street artist, realizzate all’interno di una sala del complesso abbandonato delle Terme del Corallo fra il 2014 e il 2015. La Venere pudica è di Ozmo, mentre il lavoro in bianco e nero è di Never2501.
Ozmo-Never2501-end110.336943943.5573656
2011                                                                               Fabio Leonardi nato a Livorno  nel  1978, è un artista a tutto tondo: pittore, illustratore, scenografo, scultore, fumettista e grafico. A Livorno si  è più  volte occupato di commissioni pubbliche, collaborando con  il Teatro Goldoni e realizzando installazioni per Effetto Venezia. Il suo linguaggio artistico trae fonte d'ispirazione dal mondo ludico e fantastico dei cartoni animati, i suoi animali e personaggi si contraddistinguono per le linee semplici e il forte cromatismo.                                                                 Sul muro adiacente il Mercato Ittico ha  realizzato una balena di grandi dimensioni, tipica del suo repertorio figurativo, con colori molto accessi e costruita su due dimensioni, ricorda come di consueto le illustrazioni dei libri per bambini.Fabio Leonardi - La balena10.305401143.5527004


Livornese doc, l'esperienza di Aedo è durata appena una manciata di mesi, essenzialmente utilizzando la tecnica dello stencil e occupandosi di tematiche fortemente collegate a Livorno e la sua storia.                                                                      Qui sugli scali  si trova  uno stencil ironico raffigurante una moltitudine di granchi che dal fosso si riversa in città.
10.304789543.5530348


2015                                                                          Exit Enter è uno street artist toscano,  probabilmente di origini livornesi, la sua identità e nascosta. Opera principalmente in Toscana, ma sue opere si trovano sparse in tutta Italia e non solo. Il suo mondo, è popolato da figure sintetiche, stilizzate, infantili che interagiscono con l'ambiente in cui vengono realizzate, impegnate in piccole azioni, come seguire palloncini, cuori, o arrampicarsi sui muri.
Exit10.305787343.5538123


David Fedi in arte Zeb è un artista livornese, scomparso nel nulla nel 2008, che nella sua produzione ufficiali si è cimentato con la rivisitazione di personaggi di fumetti o contemporanei. come "street art" invece ha coperto i muri della città con frasi sagaci ed ironiche.Vota te stesso così capisci e si capisce meglio che deficiente sei!
Zeb10.314906843.527541
David Fedi in arte Zeb è un artista livornese, scomparso nel nulla nel 2008, che nella sua produzione ufficiali si è cimentato con la rivisitazione di personaggi di fumetti o contemporanei. come "street art" invece ha coperto i muri della città con frasi sagaci ed ironiche.  E' ventiduanni  'he mi sembra di parla co' murizeb10.326386743.4902687
Sagome10.307619343.5551303
Sagome10.307815143.5551847


2013                                                                           La  Cariatide è il nome di un collettivo che si occupa di valorizzare la figura di Amedeo Modigliani a Livorno. Questo è uno dei pochi lavori realizzati sulle mura cittadine.                       L'opera è il ritratto  del celebre pittore livornese corredata dalla sua tipica firma, realizzata sul muro vicino a una delle entrare del Mercato Centrale, storico edificio dove anche Modigliani ebbe un laboratorio.                    
La Cariatide - Amedeo Modigliani10.312106643.55001


2009                                                                        Mario Fullone, in arte Sketch Design, nasce a Livorno e è un artista dai molti interessi che vanno dalla grafica al design e la passione per il graffitismo sviluppata intorno al 2008. Dal 2009 al 2012 ha eseguito alcuni murales in città, diversi su commissione pubblica, di cui uno non più esistente dedicato a Zeb.                                                                            L'opera realizzata su un muro dentro  il parco di Via  Fratelli Gigli, nel quartiere  Corea, è in ricordo di un terribile incendio accaduto nel 2007, dove persero la  vita 4 bambini rom. 
Sketch  Design -  Saving Children10.326129243.5661197
Mart è uno street artist livornese, la cui identità è segreta. La sua esperienza sui muri livornesi si data fra il 2011-2014, data dopo la quale non si è avuto più sue notizie. Si impose all'attenzione nell'ambiente cittadino realizzando svariate opere con disparate tecniche, ma prediligendo i poster e la tecnica dello stencil e grazie a due mostre, la prima durante Effetto Venezia 2013 e la seconda nel 2014 nell'ex libreria Edison. Se alcune sue opere ricordano molto da vicino l'operato di Banksy, altre invece sembrano richiamare più la Pop Art, usando come icone artisti maledetti e dalla vita travagliata come Modigliani, Piero Ciampi, ecc.   Mart10.308834343.5546015


Entrato ormai nella tradizione di Piazza Mazzini,la pittura raffigurante la faccia di Che Guevara è stato realizzato anni fa sull'obelisco, che si ritiene essere la Fonte Guglia realizzata da Pasquale Poccianti nel 1836 e posta nello spazio in cui era proibito costruire.  Nessuno sembra ricordare chi e quando abbia dipinto il Che, è come se "ci fosse sempre stato". 
sconosciuto - Che Guevara10.304569643.5427818
Centro politico 2110.315083943.5502472
2015                                                                                Fabio Leonardi nato a Livorno nel 1978, è un artista a tutto tondo: pittore, illustratore, scenografo, scultore, fumettista e grafico. A Livorno si è più volte occupato di commissioni pubbliche, collaborando con il Teatro Goldoni e realizzando installazioni per Effetto Venezia. Il suo linguaggio artistico trae fonte d'ispirazione dal mondo ludico e fantastico dei cartoni animati, i suoi animali e personaggi si contraddistinguono per le linee semplici e il forte cromatismo.Fabio Leonardo - Hemingway10.339025343.5140237


Exit Enter è uno street artist toscano, probabilmente di origini livornesi, la sua identità e nascosta. Opera principalmente in Toscana, ma sue opere si trovano sparse in tutta Italia e non solo. Il suo mondo, è popolato da figure sintetiche, stilizzate, infantili che interagiscono con l'ambiente in cui vengono realizzate, impegnate in piccole azioni, come seguire palloncini, cuori, o arrampicarsi sui muri.
Exit10.306323743.5541817


Exit Enter è uno street artist toscano, probabilmente di origini livornesi, la sua identità e nascosta. Opera principalmente in Toscana, ma sue opere si trovano sparse in tutta Italia e non solo. Il suo mondo, è popolato da figure sintetiche, stilizzate, infantili che interagiscono con l'ambiente in cui vengono realizzate, impegnate in piccole azioni, come seguire palloncini, cuori, o arrampicarsi sui muri.
Exit10.30700543.5545627


Exit Enter è uno street artist toscano, probabilmente di origini livornesi, la sua identità e nascosta. Opera principalmente in Toscana, ma sue opere si trovano sparse in tutta Italia e non solo. Il suo mondo, è popolato da figure sintetiche, stilizzate, infantili che interagiscono con l'ambiente in cui vengono realizzate, impegnate in piccole azioni, come seguire palloncini, cuori, o arrampicarsi sui muri.
Exit10.307589843.5548076


2016                                                                               Urban Solid è un duo di street artist che opera in particola a Milano, e che invece di dipingere sui muri con spray e vernici, preferisce inserire nel contesto urbano opere aggettanti, piccole sculture in gesso che hanno posto in tantissime città europee. Le loro installazioni, sembrano quindi uscire dai muri, richiedere un'interazione.     
Urban Solid10.307133843.5546754


Il PAC180 è il Parco di Arte Contemporanea che si trova nel giardino del Centro Residenziale Franco Basaglia di Livorno. Vi si trovano numerosissime opere (installazioni, sculture, murales etc.) realizzate da artisti nazionali e internazionali appositamente per il Parco. In particolare molte delle opere visibili sono state create durante le Serate Illuminate, un evento di due giorni che si svolge ogni anno, ormai dal 1996,  nel primo week-end del mese di luglio in cui il Centro Basaglia e il Parco vengono aperti alla cittadinanza. Per l'occasione ogni anno vengono invitati artisti, musicisti, performers e poeti, che hanno l'opportunità di confrontarsi con la realtà del Centro Basaglia e con i suoi pazienti.  
Vi hanno realizzato opere: Fupete, Giorgio Bartocci, Money less, Fabio Leonardi, Laura Lio, Buda, Edf Crew, Ignazio Fresu, Fabio Leonardi, Miranda Project, Dem, 108 e molti altri. 



Pac 180  - Vari Interventi10.339100443.5144789


Lo stencil riporta alcuni versi della poesia "Il pesco" di Giovanni Pascolli tratto da Myricae: "Penso a Livorno, a un vecchio cimitero di vecchi morti, ove a dormir con essi niuno più scende, sempre chiuso, nero d'alti cipressi"; si trova nel punto in cui sorgeva il cimitero che ispirò il poeta. 
Aedo - Il cimitero di Pascoli10.319541743.5531748
B.Simo10.300626843.5343161
Clet Abraham10.306302343.5300963

Cosa ne pensi di queste opere?

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Rispondi