Europa chiama Livorno! Le iniziative “attive” per la SEMS

Le due giornate del DES, come previsto, sono state un’esplosione di colori e di allegria. E questa sensazione non poteva altro che fare da preludio al prossimo grande evento per la nostra città di Livorno, ovvero, la “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile” che si terrà dal 16 al 22 settembre. 

Molte sono state le associazioni che volontariamente hanno stilato iniziative originali per “convincere” la popolazione livornese a ripensare i propri spostamenti attraverso l’uso di una mobilità diversa. 
Già durante le due giornate del DES si è avuto il dibattito “Esempi, idee e proposte di mobilità sostenibile. Riflessioni e buone prassi in vista della Settimana Europea della Mobilità” in cui hanno partecipato esponenti della Fiab Livorno (Graziella Rossini), Diego Guerri del WWF Livorno (Diego Guerri), Daniele Mirani di Simurg Ricerche, l’Assessore Giovanni Gordiani (Ass. ambiente del Comune di Livorno), Emiliano Niccolai (GenerPlus, progetto Sharen’go Milano), Sergio Signaini (responsabile progetto di fattibilità della ciclopista tirrenica), Andrea Migli (Ass. Vivi San Jacopo, progetto “Nati per camminare” e “Pedibus”), Ing. Massimiliano Petri (Tages s.c.- Polo Universitario Sistemi Logistici di Livorno, “Progetto Contiamoci” con SaveMyBike – Iniziativa di CrowdFunding per la sicurezza delle nostre biciclette) per mettere in evidenza sotto molteplici aspetti come la mobilità ciclabile sia uno dei grandi punti di forza e di debolezza della nostra città.

All’interno del dibattito sono stati presentati anche i prossimi eventi legati all’ambiente e alla mobilità ciclabile in occasione della SEMS.

Per gli amanti della bicicletta, grazie alle informazioni fornite da Graziella Rossini, voce di Fiab Livorno, ecco gli eventi che animeranno la costa e le colline livornesi. 

Martedì 15 settembre dalle ore 7.30 alle ore 20.00 “Evento Contiamoci” in Piazza Garibaldi.

Venerdì 18 settembre ore 18 circa presso la Libreria Erasmo presentazione del libro di Michele Marziani “Umberto Dei Biografia non autorizzata di una bicicletta ” presentata dal socio Fiab Claudio Monteleone

Sabato 19 settembre sarà allestito il Villaggio della Mobilità alla Rotonda di Ardenza e come gli anni precedenti ci saranno vari stand di associazioni, enti e operatori commerciali. Un’interessante attrativa e novità sarà la pista polifunzionale  PUMP Track adatta a bici, skate e monopattini della Triglia Point Bike Store in collaborazione con l’ASD Bike Store MTB cafè. La pista starà alla Rotonda per tutto il periodo della manifestazione.


L‘evento europeo si concluderà con l’iniziativa di domenica 20 organizzata per la promozione della ciclopista Tirrenica, progetto FIAB nel tracciato della BI 16 di BICITALIA e adottato da Regione Toscana,  che comincia a destare grande interesse nella stampa.
Dal sito Fiab Livorno si legge “Il tracciato, di circa 400 km, pianeggiante e di elevatissimo valore Turistico, paesaggistico e culturale, è il più fattibile tra i progetti delle grandi ciclovie toscane e già ad oggi potrebbe essere pedalato in sicurezza per almeno l’80% del suo sviluppo se fossero rimosse alcune criticità e se ci fosse una migliore segnaletica. Avrebbe un risultato in termini di spesa turistica pari a 20 milioni di euro all’anno dei quali 7 milioni sul solo tratto livornese. Posti di lavoro e sviluppo della mobilità sostenibile”.

Il 20 settembre ci saranno tre raduni nei principali parchi lungo la costa: Parco di San Rossore, Parco della Val di Cornia e Parco della Maremma.  Fiab Livorno e gli amici del WWF Livorno si ritroveranno insieme ad altri ciclisti e cicloturisti al raduno a Baratti nel Parco della Val di Cornia. Il programma ancora non del tutto definitivo si formulerà così: 
Percorso in BICI  San Vincenzo -> Baratti
Partenza da Livorno con treno regionale delle 9.01 e arrivo a San Vincenzo alle 9.49
Ritrovo e partenza  da San Vincenzo: ore 10:15
Lunghezza tratta andata  circa: 14 km
Percorso misto: asfalto lungo la via della principessa e sterrato dentro la pineta
Partenza da Baratti circa alle ore 16.00
Percorso Baratti -> Stazione di Campiglia
Lunghezza tratta ritorno  circa : 10 km
Partenza da Campiglia con treno regionale delle 17.28 e arrivo a Livorno alle 18.24
Gli orari sono stati trasmessi a Trenitalia che dovrebbe riservare 20 posti bici sui treni per i ciclisti di Livorno e consentire il trasporto bici gratuito e sarà gratuita anche l’assicurazione. 

Contemporaneamente alle precedenti iniziative non mancheranno quelle per chi ama andare a piedi, infatti, la Cooperativa Biodiversi e il WWF Livorno, in collaborazione con il CTT Nord e la Proloco Quercianella, propongono sempre domenica 20 una giornata sulle nostre colline (una Terra DI LUPI BANDITI E PARTIGIANI) impiegando quattro diversi mezzi sostenibili affinché l’auto rimanga a casa! 
Ho scambiato due chiacchiere con Dario Canaccini la guida ambientale dell’escursione per capire meglio lo spirito dell’ iniziativa.

Di solito per un’escursione fuori porta siamo abituati ad usare il mezzo proprio invece qui i protagonisti sono mezzi pubblici, quanto posso essere utili nel senso di orari e impieghi in questo tipo di attività c’è bisogno di più cooperazione? 
In realtà con questa escursione vogliamo dare un esempio, ma ognuno poi dovrebbe cercare di evitare l’automobile quando può. Certamente per farlo bisogna investire di più sulle nostre colline, credere che possano essere una risorsa, e dotarle di mezzi di trasporto adeguati. In questo caso abbiamo messo di proposito luogo di partenza e luogo di arrivo diversi, rendendo quasi impossibile che qualcuno “bari” e venga in auto, e per far vedere che è possibile. E magari pure divertente. 


Il mezzo pubblico quindi qui non è solo per il pendolarismo o per visitare una città d’arte; nel territorio livornese la rete di trasporto pubblico è ancora poco completa per gestire una rete di escursioni?

Il Parco dei Monti Livornesi, e in particolare tutto il territorio delle nostre colline ha diversi problemi di accessibilità e di fruibilità. Se davvero si vorrà rilanciarlo a livello turistico per diventare un’attrattiva anche per persone che vengono da fuori Livorno (come dovrebbe essere) la mobilità diventa un fattore primario. Molti turisti, soprattutto chi giustamente ha a cuore l’ambiente, se possono evitano l’automobile. Si tratta prima di tutto di individuare una serie di percorsi di pregio che sulle nostre colline abbondano, sebbene noi livornesi tendiamo a guardare in direzione del mare e poco alle nostre spalle. Una volta individuati serve farli conoscere e che siano serviti da una rete di trasporti affidabile. La natura e la storia ci hanno dato tutto quello che serve, serve a noi mettere a disposizione gli strumenti adatti. Strumenti utili sia al “turista fai da te” ma anche a tutto l’indotto di un certo tipo di turismo, alle guide ambientali come me, ma anche alle strutture ricettive e altri servizi che si spera un giorno possano nascere anche da noi.


È difficile far comprendere un’attività “più attiva” come questa rispetto alla classica gita? quale è la fascia di età delle vostre escursioni? 

Devo essere sincero e poco modesto? Le escursioni di Biodiversi sono sempre molto partecipate, il numero delle persone che ci seguono non è mai stato un problema. Questa escursione sarà inoltre molto particolare e soprattutto gratuita, quindi penso che la gente non si tirerà indietro. Il nostro pubblico è sempre attento alle tematiche ambientali, in un certo tipo di turismo “sano” non potrebbe essere altrimenti. Quando guido un gruppo cerco sempre di passare nozioni di ecologia, l’educazione ambientale è per noi un dovere etico prima che professionale. Per questo penso che l’idea di un’escursione senza auto sarà ben accetta. Alle nostre escursioni solitamente l’età è molto varia, si va da signori e signore over 50, ma anche ragazzi dai 20 ai 30 anni e bambini. L’intergenerazionalità non è mai stato un problema.



Ringrazio molto tutte le associazioni che si impegneranno attivamente alla buona riuscita di questa settimana nella speranza che diventi un appuntamento fisso e sempre più seguito anche nella vita di tutti i giorni.
Intanto tenetevi liberi per il 20 settembre!

Silvia B.


Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: