Ecco la conferenza Street Art meets Modigliani !!!


Salve a tutti,
sicuramente avrete notato che per alcune settimane OcchioLivorno non ha dato segni di vita. Ciò è dovuto al fatto che stavamo portando avanti un progetto che speriamo possa piacervi e che speriamo vi veda partecipi. Dovete però perdonarmi, se oggi vi sveleremo solo una parte, ma seguiteci, che abbiamo molte sorprese in serbo.

OcchioLivorno in una collaborazione allargata con alcuni studenti dell’Università di Pisa, ha organizzato un incontro. E quale poteva essere il tema della nostra prima iniziativa, se non Amedeo Modigliani?


Amedeo Modigliani è uno dei più grandi pittori del Novecento, riconosciuto e stimato in tutto il mondo. Le sue opere, in vendita nelle più importanti aste internazionali, vengono acquistate per cifre da capogiro. Eppure, in Italia, e in particolare a Livorno, sua città natale, vi è una sorta di oscuro tabù, che impone di parlare poco dell’artista, di non valorizzarne degnamente la memoria, sprecando di fatto la risorsa che esso stesso rappresenta storicamente, culturalmente ed economicamente. Uno strano imbarazzo aleggia quando viene nominato Modigliani, situazione a cui ha contribuito pesantemente nel 1984 la vicenda conosciuta come “La beffa delle teste di Modigliani”.

Episodio che la città sembra ormai voler sorpassare, confermando una forte volontà di riappropriarsi di un personaggio legato fino alla fine della sua vita alla città che gli dette i natali. Una volontà che è stata dimostrata, ad esempio, quando è stato intitolato il palazzetto di eventi sportivi e musicali proprio ad Amedeo Modigliani, tramite una votazione aperta a tutta la cittadinanza. Inoltre negli ultimi mesi si è visto un proliferare di opere di Street Art dedicate al pittore livornese che dimostrano, se ancora ve ne fosse bisogno, come anche i giovani artisti sentano la necessità di rievocare l’arte e il genio di questo pittore. Questo fenomeno artistico ha riacceso i riflettori sulla figura di Amedeo Modigliani e sul problema di una città che mai ne ha veramente valorizzato la memoria. Una provocazione per evidenziare un’esigenza avvertita dai giovani artisti ma più in generale dalla città. Un movimento, che non può essere ignorato, ma del quale anzi la città può avvalersi per valorizzare degnamente l’arte e la storia dell’artista. Ed è proprio valorizzando la figura di questo nostro geniale concittadino che Livorno potrebbe finalmente aprirsi al turismo.

 Si presentano quindi la necessità e l’occasione, in vista della ricorrenza del 130° anno di nascita di Modigliani, di allestire e creare percorsi turistici fruibili, che spieghino la vita del pittore in città, che permettano di vivere i luoghi che lui ha vissuto e amato, ma anche altre iniziative di tipo artistico (fondazioni, mostre, premi di pittura).
Crediamo fortemente che Livorno debba valorizzare la figura del pittore, nella convinzione che ciò contribuisca da un lato all’arricchimento culturale della comunità e, dall’altro, allo sviluppo e alla promozione del territorio.

Opera di Mart (foto di Livorno daily photo)


Il 2 Dicembre, si darà quindi vita a una giornata di studio, riflessione ma anche divertimento, dedicata ad Amedeo Modigliani, grazie al contributo di diversi soggetti.
Un’opera di Fabio Weik

La conferenza “Street Art meets Modigliani”, finanziata dal Consiglio Studenti dell’Università di Pisa e patrocinata da Proloco Livorno, mirerà quindi a far luce sulla vita e l’arte del pittore, cercando anche di mettere da parte i falsi miti e le imprecisioni che ne minano la credibilità da decenni, grazie alla partecipazione della Professoressa di Storia dell’Arte Beatrice Buscaroli,autrice del libro “Ricordi Via Roma, Vita e arte di Amedeo Modigliani” e Curatrice del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia del 2009. Per poi, grazie alla partecipazione di esponenti della Street Art livornese (Mart,Ninja e 5074) e di Fabio Weik, poliedrico artista e writer che opera a Milano (e che collabora con importanti gallerie,marchi). In questo modo, la Street Art può divenire sia un veicolo per sensibilizzare la città, e in particolare i giovani, sulla figura di Amedeo Modigliani, sia un mezzo vero e proprio per valorizzare l’arte e la storia dell’artista livornese, con progetti che vadano ad arricchire la città.


Ma restate in attesa e seguiteci: vi sveleremo le altre importanti iniziative che stiamo organizzando sempre sul pittore Amedeo Modigliani.
Ako


0 Comment

  • Grazie elisabetta:)
  • SONO MOLTO FELICE CHE SI RICORDI E NON SI DIMENTICHI...IL LIVORNESE FAMOSO! GRAZIE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: