Apre le porte la Piccola Bottega degli Artisti

Oggi vi voglio presentare ciò che sta per nascere nella città di Livorno. Apre infatti il 31 Agosto in via Ernesto Rossi un nuovo centro culturale: la Piccola Bottega degli Artisti.
La PBDA, che si appoggia alla compagnia teatrale Area 51, è innanzitutto una scuola, nata con lo scopo di creare a Livorno un luogo culturale fatto da professionisti del settore, dove formare attori e autori teatrali e cinematografici e fotografi con corsi, stage e laboratori.

L’idea della Piccola Bottega degli Artisti nasce nel 2015 da tre professionisti del teatro e del cinema e un’esperta di teatro e musica: l’attore e regista Simone Fulciniti, l’attore e autore Stefano Santomauro, il regista Luca Dal Canto e Cristina Fornaciari.

-È accaduto tutto molto velocemente, tra maggio e giugno. Ci siamo trovati e in poche riunioni abbiamo deciso un obiettivo comune e ci siamo messi alla ricerca della struttura che andasse bene per cominciare a svolgere, in piccolo, la nostra attività. Inizialmente i settori della Piccola Bottega degli Artisti dovevano essere due, cinema e teatro, ma in un secondo momento l’offerta culturale si è allargata anche alla fotografia, intesa come mezzo di creazione artistica. Perché l’Arte è prima di tutto “creatività”. Oggigiorno tutti pensano che con una reflex, una telecamera e un’indigestione di tecnica si possa diventare fotografi o videomaker. In realtà dietro a questi due “mestieri” c’è molto di più e la tecnica spesso può andare in secondo piano per lasciar spazio alla pura creatività artistica- ci dice Luca dal Canto.

I corsi saranno tenuti da Simone Fulciniti, Luca Dal Canto, la fotografa Caterina Angelica (con la collaborazione di Luigi Angelica), l’attore Claudio Monteleo e l’attrice Roberta Stagno: dizione e recitazione teatrale, laboratorio avanzato per attori teatrali, recitazione cinematografica, sceneggiatura, laboratorio di Cinema per bambini, laboratorio di Cinema per teen e fotografia.
Ma la PBDA non si propone solamente come una scuola, sarà infatti uno spazio di 40 metri quadrati per mostre, presentazioni di libri, rassegne cinematografiche e spettacoli in stand up che prevedono monologhi o pièce teatrale per uno o due attori.
Inoltre sarà possibile affittare lo spazio come sala prove da parte di associazioni o realtà locali.
Un progetto quindi molto ambizioso che non ha paura di inserirsi nella scena culturale livornese e punta a distinguersi: “A Livorno ci sono molti centri culturali, alcuni anche validi e stimolanti. Talvolta però è come se molti di essi non credessero nella proprie potenzialità e si limitano quindi a ristagnare in un’atmosfera di amatorialità, in un limbo che non fa bene né a loro né alla Cultura intesa come sbocco professionale e settore su cui investire per un rilancio economico e sociale” afferma il regista Luca dal Canto. E per chi pensa che aprire una simile realtà nel deserto culturale livornese sia un azzardo risponde così: “Non penso che sia un azzardo. Livorno è una città di oltre 160 mila abitanti, senza considerare gli agglomerati di Stagno e Collesalvetti; non è un paese. È una città con una storia e una cultura uniche e immense. Si è persa per strada negli ultimi decenni, è vero, ma sono convinto che proponendo eventi, corsi, mostre, spettacoli si possa ricreare una temperie culturali di altri tempi.
Noi siamo piccoli, ma ci proviamo e ci crediamo. Forse dovrebbero crederci di più anche le istituzioni perché, tornando al concetto precedente, Livorno non è una cittadina qualsiasi; è un porto internazionale con milioni di passeggeri annui tra crociere e traghetti e si deve internazionalizzare anche dal punto di vista culturale. Personalmente noto che sia una città che ha paura ad uscire dai propri confini e nel settore culturale, questo, spesso significa rimanere nell’anonimato e nell’amatorialità.
Per tutte le informazioni riguardanti i corsi e le iscrizione potete consultare il sito www.piccolabottegadegliartisti.com o la pagina Facebook.
Ringrazio Luca dal Canto per la disponibilità e gli auguro un grosso in bocca al lupo per questa nuova avventura.

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: